PLNTSdoctor banner

Come rinvasare le piante d'appartamento

Le piante d'appartamento hanno un compito più difficile rispetto ai loro parenti esterni. Mentre le piante in natura possono allungare le loro radici in lungo e in largo per trovare le sostanze nutritive, le nostre amiche in casa sono limitate alla piccola quantità di terra presente nei loro vasi. E per quanto si possa concimare, quel terreno non durerà per sempre.

Ma non tutte le piante hanno bisogno di essere rinvasate. Per esempio, i cactus e le piante grasse prosperano in vasi stretti con un terreno povero. Ma le vostre vivaci piante tropicali da appartamento? Probabilmente è necessario rinvasarle di tanto in tanto per farle crescere forti e felici. In questo articolo parleremo di tutto quello che c'è da sapere sul rinvaso delle piante d'appartamento.

Perché è necessario rinvasare le piante?

Ci sono diversi motivi per cui è bene rinvasare le piante. Di seguito, ne illustriamo alcuni vantaggi:

  1. Stimola la crescita - Per far crescere bene la vostra pianta, è particolarmente importante che le radici crescano. Le radici crescono solo se hanno spazio per farlo. Rinvasando la pianta in un vaso più grande, si garantisce che le radici abbiano più spazio per crescere.
  2. Sostanze nutritive fresche - La pianta riceve molte sostanze nutritive dal suo terriccio e il fatto è che il terriccio fresco ha sostanze nutritive solo per circa 6 settimane. Naturalmente non è necessario rinvasare le piante ogni 6 settimane, quindi aiutiamo le nostre bellezze verdi innaffiandole e fornendo loro regolarmente il nutrimento PLNTS.

repotting plants

Segni che le piante d'appartamento hanno bisogno di essere rinvasate

Il primo segno che noterete è la crescita delle radici fuori dai fori di drenaggio. È evidente che il vaso è troppo piccolo per la pianta e che questa cresce fuori dai fori. Togliendo la pianta dal vaso si dovrebbe ottenere una palla di terra in cui non è rimasto molto terreno e il vaso è pieno di radici.

Ci sono anche segnali come:

  • La pianta sembra infelice
  • Ha una crescita stentata e non mostra nuovi segni da molto tempo
  • Sembra che il terreno sia compattato e impoverito
  • Si notano foglie gialle (questo può significare anche qualcos'altro!)

Nel caso di piante adulte, vi consigliamo di togliere la pianta dal vaso ogni tanto per vedere come stanno le radici. Sono completamente ammassate intorno o sotto la zolla? Allora sarebbe opportuno rinvasarla la primavera successiva.

Un consiglio da esperti! I vasi da vivaio trasparenti vi permetteranno di vedere facilmente cosa succede all'interno del vaso della vostra pianta d'appartamento e se ha problemi di radici. In questo modo, non dovrete estrarre la pianta dal suo vaso.

repotting aloe vera

Quando è il momento migliore per rinvasare le piante d'appartamento?

La primavera è il momento più adatto per il rinvaso delle piante d'appartamento. È il momento in cui inizia il periodo di crescita. Questo periodo dura fino a circa ottobre. Quando le giornate sono più lunghe e la fotosintesi è al massimo, la pianta d'appartamento si riprende più velocemente dal trapianto. Ciò significa che la pianta è piena di energia, che viene indirizzata verso la creazione di una nuova crescita e la riuscita del radicamento.

Un consiglio da esperti! Non appena le vostre piante d'appartamento iniziano a crescere in primavera, sapete che è arrivato il momento di rinvasarle. Si sono svegliate dal loro sonno invernale e sono pronte per entrare in modalità di crescita attiva.

Può essere opportuno rinvasare alcune piante d'appartamento durante l'autunno e l'inverno. Ciò è necessario soprattutto quando si ha una pianta d'appartamento problematica (con problemi di annaffiature eccessive o di malattie/parassiti) che non può aspettare la primavera. Alcune piante d'appartamento possono crescere attivamente in autunno e in inverno, quando crescono in buone condizioni. In questo caso, non è un problema per loro riprendersi dal rinvaso.

Ogni quanto tempo vanno rinvasate le piante d'appartamento?

La frequenza con cui una pianta d'appartamento deve essere rinvasata è molto relativa e dipende direttamente dal tipo di pianta d'appartamento che avete e dalle condizioni in cui cresce. Alcune piante d'appartamento crescono molto rapidamente e possono avere bisogno di essere rinvasate anche più volte all'anno. Le giovani piante d'appartamento possono aver bisogno di essere piantate altrettanto spesso, poiché all'inizio la crescita tende a essere più rapida. In generale, tuttavia, le piante d'appartamento adulte non crescono così velocemente e devono essere trapiantate ogni 2-3 anni. Alcune piante d'appartamento crescono molto lentamente e devono essere trapiantate ogni 5 anni o anche meno frequentemente.

Dieffenbachia repotting

Come rinvasare una pianta d'appartamento? Guida passo passo.

Ora sapete perché e quando è necessario rinvasare la vostra pianta d'appartamento. È ora di imparare come farlo. Avete due modi per trapiantare la vostra pianta d'appartamento: in un vaso con fori di drenaggio o in un vaso senza fori. Per evitare problemi alle piante, consigliamo sempre di rinvasare in un vaso con fori di drenaggio. Con un vaso di questo tipo, l'acqua in eccesso può trovare una via d'uscita, quindi le radici non sono mai sott'acqua e si previene il marciume radicale.

Rinvaso in un vaso con fori di drenaggio

Fase 1. Scegliete i nuovi vasi per la vostra pianta d'appartamento.

Di solito il diametro è circa il 20% più grande del vaso attuale. In questo modo la pianta d'appartamento ha spazio sufficiente per far sì che le sue radici si diffondano nel terreno fresco e abbiano un po' di spazio per crescere. Anche un vaso troppo grande non va bene. In questo caso, potrebbe trattenere troppa umidità e le piante non possono assorbirla tutta. Il terriccio potrebbe non asciugarsi adeguatamente e le piante potrebbero facilmente marcire.

Un consiglio da esperti! Non volete che la pianta diventi più grande e la tenete nel vaso della stessa dimensione? Allora anche il rinvaso è altamente consigliato. Rinfrescate il terriccio in modo che abbia abbastanza nutrimento per il prossimo periodo e rimettetela nel suo vecchio vaso.

Fase 2. Innaffiate il terriccio per piante d'appartamento il giorno prima.

Questo assicura che le radici siano idratate e flessibili, riducendo le possibilità di danni e disturbi durante il trapianto. Un terriccio troppo secco, inoltre, si staccherà troppo facilmente intorno alle radici, causando qualche disturbo. Se si disturbano troppo le radici, la pianta si stressa e può riprendersi più lentamente. Questa è solo una fase facoltativa, non necessaria al 100%.

Fase 3. Riempite il nuovo vaso con terriccio fresco.

Preparate il nuovo vaso (più grande) riempiendolo in parte con terriccio o con la vostra miscela di substrati preferita. Se non sapete quale sia il terriccio preferito dalle vostre piante d'appartamento, leggete ulteriori informazioni su terriccio e substrati. Non riempite completamente il vaso. Lasciate un po' di spazio per la vostra pianta, naturalmente!

Fase 4. Togliete la pianta dal suo vaso.

Togliete la pianta dal suo vecchio vaso e rimuovete con cura il vecchio terriccio dalle radici. A volte è difficile estrarla dal vaso. Provate a tamponare o a premere delicatamente i lati del vaso. Dopo averla tolta dal vaso, scuotete delicatamente il terriccio dalle radici. Fate attenzione a non disturbare troppo le radici scuotendole troppo forte!

Un consiglio da esperti! Potate delicatamente le radici morte o troppo cerchiate. Questo non solo aiuta a evitare un potenziale marciume radicale, ma favorisce anche una nuova crescita. Per facilitare l'estrazione della pianta dal vaso, mettete un tappetino sul tavolo o sul pavimento. Si può tranquillamente maneggiare il terriccio senza sporcare troppo. Inoltre, è molto facile da pulire.

Fase 5. Rinvasate la vostra pianta d'appartamento nel nuovo vaso.

Posizionate la pianta al centro del nuovo vaso e riempite il resto del vaso con terriccio fresco. È importante che il terriccio si trovi a 1 o 2 cm sotto il bordo del vaso. In questo modo è più facile innaffiare la pianta, perché l'acqua rimane nel vaso. Fate una leggera pressione sul terreno, ma non troppo forte. Se necessario, aggiungete altro terriccio. Se il terriccio viene lasciato molto arioso e non si preme su di esso, affonderà comunque con l'annaffiatura.

Un consiglio da esperti! Se la pianta è alta, potrebbe essere necessario picchettarla per fornire un ulteriore sostegno nel nuovo vaso. È più facile mettere il gambo nel terreno durante il rinvaso.

Pilea repotting

Ecco fatto! Avete rinvasato con successo la vostra pianta d'appartamento. Possono essere un po' sensibili, e dovrete dar loro un po' di amore e di cura in più quando sono appena state rinvasate! Ecco alcuni consigli:

  • Dopo il rinvaso, annaffiate abbondantemente la pianta, evitando però di annaffiare eccessivamente. Le radici appena rinvasate hanno bisogno di un ambiente umido per crescere in modo ottimale, ma sono anche più soggette al marciume radicale.
  • Trovate un posto con luce naturale indiretta e lontano da correnti d'aria fredda o calda. Se in precedenza la pianta prosperava alla luce diretta del sole, è bene evitarne l'esposizione per qualche settimana per consentire alla pianta di concentrarsi sull'attecchimento.
  • Quando si rinvasa una pianta d'appartamento, il terreno fresco di solito contiene una buona quantità di sostanze nutritive di cui la pianta ha bisogno per crescere. L'aggiunta immediata di fertilizzanti supplementari può sovraccaricare la pianta di troppe sostanze nutritive, con il rischio di bruciare il fertilizzante o di sovraconcimare, danneggiando le radici e ostacolando la crescita. Aspettare 4-6 settimane prima di aggiungere fertilizzanti dà alla pianta il tempo di ambientarsi nel nuovo ambiente e di consumare i nutrienti già presenti nel terreno. Dopo questo periodo, si può iniziare un programma di concimazione regolare basato sulle esigenze specifiche della pianta.

Rinvaso in un vaso senza fori di drenaggio

Capita spesso di vedere un vaso e di essere subito conquistati. Purtroppo non ha fori di drenaggio. Naturalmente, questo non è un motivo per lasciarlo in negozio. Se il vostro vaso decorativo non ha il drenaggio, potete inserire al suo interno un vaso più piccolo, che invece ce l'ha.

Uno svantaggio di un vaso senza fori di drenaggio è che l'acqua in eccesso non può defluire, quindi c'è la possibilità che le radici vengano allagate. Purtroppo, questo non renderà affatto felice la vostra pianta, che preferisce ricevere poca acqua piuttosto che troppa. Chi vuole piantare la propria pianta d'appartamento direttamente nel vaso, può farlo! Potete seguire la stessa guida al rinvaso che abbiamo appena citato. Abbiamo solo alcuni suggerimenti per voi:

  • Potete anche utilizzare vari substrati che aiutano ad assorbire l'acqua in eccesso, ad esempio aggiungendo granuli di idrogeno sul fondo del vaso o mescolando la perlite con il terriccio.
  • Considerate di dare meno acqua per ridurre il rischio di marciume radicale. Un misuratore d'acqua, ad esempio, può aiutarvi in questo senso. Indica quando la pianta ha sete.

5 errori comuni che i genitori PLNTS commettono durante il rinvaso delle piante d'appartamento

1. Il nuovo vaso della vostra pianta d'appartamento è troppo piccolo o troppo grande.

Quando scegliete un vaso per la maggior parte delle piante, sceglietene uno con un diametro del 20% superiore a quello attuale. I vasi troppo grandi possono causare ristagni d'acqua e marciume radicale, mentre quelli troppo piccoli possono bloccare la crescita e provocare carenze di sostanze nutritive.

2. Avete scelto il terriccio sbagliato per la vostra pianta d'appartamento.

È meglio usare un terriccio adatto alle esigenze specifiche della pianta. Molte piante hanno preferenze specifiche per il terreno, quindi utilizzate un terriccio adatto a loro. L'uso di un tipo di terriccio sbagliato può causare un drenaggio insufficiente, un assorbimento inadeguato delle sostanze nutritive e malattie radicali. Sappiamo che si è tentati di usare qualsiasi terriccio si trovi, ma non è facile!

3. Piantate la vostra pianta d'appartamento troppo in profondità o non abbastanza.

Se la pianta è piantata troppo in profondità, si verifica il marciume del fusto, mentre se è piantata troppo in basso, espone le radici e manca di sostegno. Cercate di piantarla alla stessa profondità del vaso precedente.

4. Si rinvasa nel momento sbagliato.

Rinvasate durante la stagione di crescita (di solito primavera o inizio estate) per ridurre al minimo lo stress della pianta. Il rinvaso durante la dormienza o la fioritura può stressare la pianta, ostacolandone la crescita o causando la caduta della fioritura. Ma ricordate che ci sono eccezioni in cui è possibile trapiantare in autunno e in inverno!

5. Durante il rinvaso, si maneggia la pianta d'appartamento in modo troppo brusco.

Maneggiate la pianta con delicatezza, sostenendo la zolla e il fusto principale per evitare danni. Una manipolazione troppo brusca può danneggiare le radici e i fusti, rallentando la crescita della pianta e rendendola suscettibile alle malattie.

Huisstijl author banner-05 (2).jpg